Sacchetti biodegradabili a pagamento: cosa dice la legge e le possibili alternative

 

Dal primo gennaio 2018 nei supermercati troveremo solo sacchetti biodegradabili e compostabili a pagamento per imbustare i prodotti sfusi e a peso.
Si tratta di una legge approvata lo scorso agosto, e che prevede che i sacchetti di plastica leggeri e ultraleggeri, quelli utilizzati per il trasporto di frutta, verdura, salumi, pane e altri prodotti freschi come carne e pesce, siano biodegradabili, monouso e a pagamento, con un costo che andrà da 1 a 3 centesimi. La notizia ha da subito scatenato le proteste da parte dei consumatori, che si sono scatenati soprattutto sui social: non sono mancate infatti possibili soluzioni per evitare questo che molti considerano un ulteriore balzello.

L’intento della norma è quello di ridurre i rifiuti di plastica,…
Leggi l’intero articolo su: http://vitaebenesserenews.blogspot.com/2018/01/sacchetti-biodegradabili-pagamento-cosa.html

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.