La Propoli: uso e dose ideale

 

La Propoli: uso e dose ideale

Dalle resine balsamiche che ricoprono le gemme e le cortecce degli alberi le api elaborano un prodotto prezioso che prende il nome di Propoli. L’ape “propolifera” (un particolare tipo di ape operaia) preleva le resine e gli essudati balsamici nelle ore più calde della giornata, quando la loro consistenza si fa più molle e gommosa, e li trasporta all’alveare, dove un secondo tipo di ape operaia, mediante secrezioni salivari ed enzimatiche, produce la Propoli in quantità necessaria al fabbisogno dell’alveare.

Sostanza dal caratteristico odore aromatico, la Propoli ha un colore che va dal giallo al marrone scuro e una consistenza appiccicosa; si presenta pastosa e…
Leggi l’intero articolo su: http://onciconci.altervista.org/propoli-uso-dose-ideale/



Altri post utili:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *