Catena Cinetica chiusa e Catena Cinetica Aperta: Differenze ed Esempi

 

Lavorare con lo stesso distretto muscolare a catena cinetica chiusa (CCC) o a catena cinetica aperta (CCA) può avere effetti ben diversi a seconda dello scopo che si vuole raggiungere. Per intenderci, se voglio potenziare la muscolatura del quadricipite (che flette l’anca opponendosi all’azione estensoria dei muscoli glutei, ed estende il ginocchio opponendosi all’azione degli hamstring) posso farlo optando per una o per l’altra catena cinetica, o ancora scegliendo entrambe.

Se devo trattare un atleta nei primi giorni di riabilitazione sceglierò la via più sicura, quindi la Catena Cinetica Chiusa. Se voglio…
Leggi l’intero articolo su: http://www.lascienzainpalestra.it/catena-cinetica-chiusa-aperta/



Altri post utili:

Invia commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *